Sei qui: Home

La Sicilia da lunedì 15 febbraio 2021 passa in zona “Gialla” con libertà di movimento in tutta la Regione, riaprono bar, ristoranti e musei, ma resta alta la prevenzione anti Covid

Scritto da Gaetano Guzzardo    Domenica 14 Febbraio 2021 12:10

sicilia-giallaLa Sicilia da lunedì 15 febbraio 2021, abbandona la zona “arancione” e passa in fascia “gialla” avendo fatto registrare, come riporta l’ultimo monitoraggio del 12 febbraio dell’ISS (leggi), l’indice Rt dei contagi più basso di tutta Italia, lo 0,66.

Un impegno ed una maggiore responsabilità da parte dei siciliani che hanno aperto le porte all’ingresso in zona “gialla” come disposto dal Ministero della Salute (leggi), come attestato anche dall’Ordinanza n. 13 del 12/02/2021 (leggi) del Presidente della Regione Siciliana.

 

 

Ecco cosa cambia rispetto alla precedente restrizione, oltre alla libertà di potersi muovere liberamente in tutta la Regione, e fermo restando le misure solite di prevenzione (divieto di assembramento, rispetto distanza interpersonale, uso della mascherina, igienizzazione delle mani) e quelle aggiunte dal Presidente Musumeci sino al 28 febbraio 2021, come l’obbligo di registrarsi sulla piattaforma www.siciliacoronavirus.it e di sottoporsi al tampone se si entra in Sicilia (o nelle 48 ore prima dell’ingresso o all’arrivo nei punti drive in o in un laboratorio privato), l’obbligo per gli esercenti di comunicare il numero massimo dei clienti ospitabili, e nei centri commerciali munirsi di strumenti “contapersone” agli ingressi, limitando e scaglionando gli ingressi.

 

Spostamenti

Resta il coprifuoco dalle 22 alle 5. Ma rispetto alla zona arancione si potrà uscire dal proprio Comune e spostarsi liberamente all'interno della Regione. Confermate le deroghe per esigenze di lavoro, necessità, motivi di salute e rientro nella propria abitazione o domicilio.

 

Visite a parenti e amici

In zona gialla è possibile far visita a parenti e amici, e raggiungere un'altra abitazione privata una sola volta al giorno negli orari consentiti per gli spostamenti (dunque tra le 5 e le 22) ma per un massimo di due persone, oltre a quelle già conviventi nell'abitazione di destinazione e ad eccezione di minori di 14 anni e le persone disabili o non autosufficienti.

 

Bar e ristoranti aperti

Riaprono bar e ristoranti e si potrà anche consumare cibi e bevande all'interno dei locali ma dalle 5 alle 18. Dopo le 18 è consentito l'asporto fino alle 22, ma non possono farlo gli esercizi che svolgono come attività prevalente quella di bar senza cucina o commercio al dettaglio di bevande.

 

Centri commerciali

Nei festivi e prefestivi chiusi i centri commerciali, anche se possono svolgere l'attività al loro interno farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole.

 

Sport

Restano chiuse palestre, piscine, ma anche centri benessere e termali. È invece permesso recarsi nei centri e nei circoli sportivi per svolgere esclusivamente all'aperto l'attività sportiva di base.

 

Musei

Possono riaprire i musei e le mostre (ad eccezione dei giorni festivi). Gli ingressi però devono essere contingentati.

 

 

 


 

Comune di Canicattini Bagni - Via XX Settembre 42 - 96010 Canicattini Bagni (SR) 

TEL. CENTRALINO 0931540111 - 3346655824 - FAX 0931540207

email   PIVA N°00094260890

  XHTML Valido -  CSS Valido - Accessibilità