Sei qui: Home

“Non ci perderemo mai se continueremo a cercarci”, il commento e i ringraziamenti del Prefetto di Siracusa Giusi Scaduto a conclusione delle celebrazioni della Festa della Repubblica 2021 a Cassibile

Scritto da Prefetto Giusi Scaduto    Venerdì 04 Giugno 2021 18:10

Prefetto SR Giusi Scaduto

Le celebrazioni della Festa della Repubblica in provincia di Siracusa si sono da poco concluse (video), e ritengo doveroso rivolgere un caloroso e convinto ringraziamento a tutti gli intervenuti per aver aderito al bisogno di cogliere l'opportunità della nostra Festa nazionale per far vivere il senso di comunità e di unità delle diversità, in particolare in questo secondo anno di un’inedita pandemia.

 

Aver condiviso la Festa di tutti gli italiani ha assunto, infatti, ancor più significato e ha consentito di rimarcare la forza unificante dei valori e dei principi custoditi nella Carta Costituzionale, oggi viva più che mai.

 

Essere stati insieme ha significato rinnovare il tributo al nostro passato, ma, soprattutto, esaltare il coraggio e la tenacia che contraddistinguono l’Italia intera, la straordinaria resilienza di un Paese che saprà, ancora una volta, rialzarsi perché – come ci ha ricordato Salvatore De Mola - è vero che gli italiani, come tutti, hanno dei difetti. Ma hanno anche dei pregi. Uno di questi è che non si arrendono. Mai.

 

Le limitazioni ancora vigenti, intese a contenere la diffusione del contagio di un virus che tuttora serpeggia fra le nostre vite, le nostre case e i nostri luoghi di lavoro, non hanno, purtroppo, consentito di estendere l’invito alla partecipazione alla Festa del 2 giugno in primo luogo ai cittadini, ma anche ai rappresentanti di tutti gli uffici pubblici della provincia e alle associazioni combattentistiche e d’arma.

 

L’auspicio è quello di tornare, nel 2022, ad una Festa della Repubblica pienamente condivisa da tutti e che possa testimoniare anche la fine della pandemia.

 

Esprimo, dunque, profonda gratitudine per la partecipazione alla manifestazione celebrativa dei parlamentari nazionali e regionali, dei Sindaci della provincia, del Commissario del Libero Consorzio, delle Forze armate, di polizia e dei Vigili del fuoco, delle associazioni datoriali e sindacali, degli studenti, questi ultimi la risorsa migliore su cui il Paese può e deve contare.

 

Ringrazio anche i volontari dell’A.N.P.AS. Sicilia, per il qualificato supporto, decisivo per la buona riuscita della manifestazione; la società di comunicazione APPRESS, che ha curato la realizzazione del materiale video e grafico, e ASSOSTAMPA Siracusa, perché insieme hanno reso possibile la partecipazione della cittadinanza all’evento, grazie alla diretta dell’evento.

 

In tutti è cresciuto, nelle varie fasi dell’organizzazione un autentico “spirito repubblicano” e una generosa “passione civile”, virtù di cui l’Italia non può fare a meno per uscire dal lungo tunnel della pandemia.

 

É con questi valori che gli studenti, veri protagonisti della festa, accompagnati dai Sindaci della provincia e da professionisti dello spettacolo e del giornalismo, hanno interpretato, in un crescendo di tensione emotiva, la Repubblica lungo un percorso che, attraverso la lettura dei principi fondamentali della Costituzione, ne ha esaltato i valori attraverso l’arte e la cultura.

 

A rafforzare tali sentimenti condivisi ha contribuito il contesto multiculturale della frazione di Cassibile, in cui convivono pacificamente da decenni cittadini italiani e stranieri e in cui gli studenti di diverse razze e religioni partecipano quotidianamente del complessivo processo di integrazione e di inclusione, uniti dai medesimi valori e principi scolpiti, nel regolamento condominiale più bello che sia mai stato scritto (secondo la felice definizione del Maestro Salvatore De Mola).

 

Toccante la deposizione della corona da parte degli impeccabili Eleonora Calabrò e Jawad Medouab; esaltante la lettura iniziale del messaggio del Capo dello Stato ai Prefetti da parte degli spigliati Alessia Bellitto, Omaima Hajjaji e Marco Ragusa, così come, in seguito, degli articoli della Costituzione da parte degli emozionati Hajar Bayi, Oumaima Chtioui, Greta Coffa, Anastasia Fontana, Andrea Palmintieri, Mariasara Pizzata, Kenya Sabatelli, Giorgia Spada e Keyla Vaina,.

 

Di forte impatto i video proiettati all’inizio della cerimonia: il primo, che, partendo dai terribili momenti della pandemia ha, poi, disvelato la bellezza della provincia di Siracusa e la laboriosità della sua gente, elementi fondamentali per una rinascita collettiva; il secondo, in cui i Sindaci, raccogliendo idealmente il testimone dal Capo dello Stato, hanno dedicato ai cittadini della provincia un messaggio augurale per la Festa della Repubblica in cui sono stati richiamati i valori di coesione, solidarietà, sacrificio, resilienza ed unità (visionabile qui).

 

Un insieme di espressioni artistiche ha scandito il prosieguo della cerimonia, con il ritmo e la trama impressi dallo sceneggiatore Salvatore de Mola, premio David di Donatello 2017 per la migliore sceneggiatura non originale per “La stoffa dei sogni”.

 

Attraverso la musica, grazie agli studenti dell’Istituto comprensivo “Falcone e Borsellino”, che ha ospitato le celebrazioni, i cui studenti hanno suonato l’inno di Mameli, e con le coinvolgenti sonorità folk e dialettali del cantante Mario Incudine, che ha trasportato i presenti nel ricco mondo della sicilianità vissuta in un contesto nazionale, dai confini variabili, ma sempre avvolgenti nella medesima identità.

 

Attraverso la poesia, con l’emozionante lettura di testi di Pablo Neruda, Martin Luther King, Ignazio Buttitta, Erri De Luca ed Antonio Caldarella, ancora a cura degli studenti dell’Istituto Falcone e Borsellino. Attraverso la magistrale e vibrante interpretazione di brani di Massimo d’Azeglio, Roberto Lerici e Matteo Vicino da parte degli attori Franz Cantalupo e Riccardo Leonelli, con la sapiente regia dello sceneggiatore Salvatore De Mola.

 

Particolarmente coinvolgente il testo di “Giovanni e Paolo”, in cui i giudici Falcone e Borsellino sono protagonisti di un’ideale partita di calcio contro la mafia. “Impegno”, “ottimismo”, “dedizione” e “ricerca” le parole di una grande donna italiana, Rita Levi Montalcini, racchiuse in alcuni discorsi della grande scienziata premio Nobel, letti dalla giornalista Isabella Di Bartolo.

 

Un ringraziamento sentito a questi grandi professionisti che, in maniera volontaria, hanno voluto partecipare alla Festa della Repubblica di Siracusa e, in particolare, a Salvatore De Mola e Riccardo Lionelli che, da non siciliani, non hanno esitato ad unirsi alle celebrazioni aretusee, confermando che si è italiani ovunque.

 

E, ancora, l’arte culinaria rappresentata dai “macaròns” tricolori, simbolo della giornta, confezionati e distribuiti dagli studenti dell’Istituto Alberghiero “Federico II di Svevia” di Siracusa.

 

L’arte delle immagini, infine, attraverso i pannelli ideati e realizzati dagli alunni del Liceo Artistico “Gagini” di Siracusa che hanno illustrato gli articoli 1 e 9 della Costituzione attraverso la rielaborazione di due capolavori di artisti italiani, la “Gioconda” di Leonardo e il “Quarto Stato” di Giuseppe Pellizza da Volpedo.

 

Un rinnovato sentimento di gratitudine anche agli insigniti con le onorificenza al merito della Repubblica concesse dal Capo dello Stato distintisi per particolari benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, dell’economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte ai fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari.

 

Il Comandante provinciale della Guardia di Finanza di Siracusa, Col. Luca De Simone, in particolare, è stato insignito dell’onorificenza di Ufficiale, mentre hanno ricevuto il titolo onorifico di Cavaliere il dott. Gianluca Angelucci, Tenente Colonnello dell’Aeronautica Militare ed il sig. Giuseppe Blandino. La concessione della distinzione onorifica di Cavaliere è stata rilasciata dal Capo dello Stato, per le attività svolte durante l’emergenza Covid, all’architetto Biagio Bellassai ed ai geometri Armando Martinez e Giuseppe Latina, rispettivamente dirigente ed addetti del Dipartimento di Protezione Civile della Regione Sicilia, ed alle infermiere Ester Castaldo, Rossana Fazzino, Lucrezia Iannizzotto e Silvia Leone.

 

Infine, sento il bisogno di nuovamente esprimere profonda ammirazione per quanti hanno collaborato per l’organizzazione della cerimonia, con l’entusiasmo e la gratificazione che derivano dal contribuire a festeggiare il compleanno di sessanta milioni di italiani.

 

A tutti loro, che hanno messo con estrema generosità il proprio talento e professionalità a servizio della celebrazione, un simbolico attestato di "volontario della Repubblica", su disegno dell’artista ennese, Cav. Lucio Vulturo, presente alla manifestazione con la sua inseparabile macchina fotografica.

 

Grazie, dunque:

 

➢ agli istituti scolastici “Falcone - Borsellino”, “Antonello Gagini” e “Federico II di Svevia”;

➢ ai giornalisti Isabella Di Bartolo e Prospero Dente;

➢ agli artisti Salvatore De Mola, Franz Cantalupo e Riccardo Leonelli;

➢ alla professoressa Marinella Rubera dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Siracusa;

➢ a Giuseppe Rosano, Presidente di Noi Albergatori;

➢ al Comitato A.N.P.AS. Sicilia;

➢ alla società di comunicazione APPRESS.

 

Ai vertici istituzionali, Sindaci e Commissari dei Comuni della provincia, Comandante Marittimo in Sicilia, Questore, Comandanti provinciali dei Carabinieri, della Guardia di Finanza dei Vigili del fuoco, Comandanti delle Capitanerie di Porto di Augusta e Siracusa, un caloroso e sentito ringraziamento per non aver fatto mancare nemmeno in questa importante circostanza un concreto ed illuminato contributo operativo e di idee.

SINTESI VIDEO CELEBRAZIONI (clicca)                              IL PREFETTO

                                                                                    Giusi Scaduto

 

 


 

Comune di Canicattini Bagni - Via XX Settembre 42 - 96010 Canicattini Bagni (SR) 

TEL. CENTRALINO 0931540111 - 3346655824 - FAX 0931540207

email   PIVA N°00094260890

  XHTML Valido -  CSS Valido - Accessibilità