Sei qui: Home SETTIMANA SANTA

Pasqua di speranza per un ritorno alla normalità, si rinnovano nelle Chiese di Canicattini Bagni i riti della Settimana Santa

Scritto da Gaetano Guzzardo    Giovedì 01 Aprile 2021 12:00

santissimu-cristuSarà una Pasqua che apre alla speranza, ad un prossimo agognato ritorno alla normalità, come augurano il Sindaco Marilena Miceli, la Giunta, il Presidente del Consiglio Paolo Amenta e l’intero Consiglio comunale di Canicattini Bagni, anche se dopo oltre un anno di emergenza Covid, che ha cambiato la quotidianità e le abitudini di vita di ognuno, non tutto sarà come prima e il ricordo va innanzitutto ai tanti che non ci sono più, agli affetti che la pandemia ha portato via, ai tanti che giorno e notte continuano instancabilmente a tutelare la salute e la sicurezza dei cittadini e a tutti quelli che col proprio lavoro, il loro impegno, fanno vivere la città e tutta l’Italia, a quanti, volontariamente, si pongono al servizio degli “altri”, soprattutto i più fragili, per assisterli e sostenerli.

 

Anche per quest’anno le necessarie misure restrittive decise per arginare i contagi, nel pieno della difficile campagna delle vaccinazioni anti Covid, che pongono tutte le Regioni in un’unica zona “rossa”, non permettono, purtroppo, di rivivere all’esterno le cerimonie e i riti della Settimana Santa che portano alla Pasqua.

 

Con questo spirito la città di Canicattini Bagni non potrà rivivere e partecipare all’ormai  tradizionale “Via Crucis” degli scout del “Canicattini 1” sino alla “Vera Cruci”, ma rafforza, come sempre, insieme ai suoi figli lontani, la propria devozione, la fede e la memoria nei confronti delle antiche tradizioni, che appartengono al patrimonio storico e culturale dell’intera comunità canicattinese,  rinnovando i momenti della Passione e della Resurrezione, nel pieno rispetto delle norme anti Covid, ad iniziare, dopo la funzione della “Coena Domini” di Giovedì 1 aprile in Chiesa Madre, dall’appuntamento doloroso del Venerdì Santo, aperto dalle Lodi mattutine delle ore 8:30, e dalla “Svelata”, con inizio alle ore 17:00, del simulacro del “Santissimu Cristu”, l’antica statua del 1600 del Gesù sofferente dopo la flagellazione coperto da un manto rosso ricamato e da una pesante stola, che non potrà essere portato in processione per le vie cittadine.

 

In questa occasione si rinnoverà un altro momento toccante della Settimana Santa canicattinese l’ascolto de “U lamientu”, l’antico canto di dolore in dialetto siciliano che si tramanda di padre in figlio, iscritto nel Registro delle Eredità Immateriali della Sicilia, il Libro delle pratiche espressive e dei repertori orali, cantato, tradizionalmente durante la processione, dai “Nuri”, devoti vestiti di bianco con una mantella rossa sulle spalle, un corona di spine intrecciata sul capo ed una canna in mano, e alternato con “U Cantu re Virginieddi” giovani ragazze vestite di bianco.

 

Alle ore 21:00 “Velata” del “Santissimu Cristu” e chiusura della Chiesa.

 

Sabato 3 aprile, sempre in Chiesa Madre, alle ore 8:30 Lodi mattutine e momento di preghiera con “Maria nell’attesa della Resurrezione”, alle ore 19:00 solenne veglia Pasquale e alle ore 21:30 chiusura della Chiesa.

 

Domenica 4 aprile, alle ore 10:30, ancora nella Chiesa Madre “S. Maria degli Angeli”, Santa Messa Solenne al termine della quale sarà rivissuto un altro momento della tradizione pasquale canicattinese, “A Paci Paci”, l’incontro della Madonna Addolorata con il Cristo Risorto, che all’esterno si svolgeva in tre fasi con l’augurale volo di colombe bianche: davanti alla Chiesa di Maria SS. Ausiliatrice (U Santuzzu), davanti alla Chiesa delle Anime Sante, e in piazza davanti alla Chiesa Madre.

 

Alle ore 19:00 Santa Messa e atto di affidamento al Santo Patrono della città S. Michele.

 

Lunedì 5 aprile, “pasquetta”, alle ore 8:30 Santa Messa all’altare del Patrono S. Michele.

 

Per tutto il periodo della Settimana Santa in Chiesa, due lunghi striscioni dell’artista canicattinese Sergio Carpinteri illustreranno la Passione di Cristo.

 

 

 


 

Comune di Canicattini Bagni - Via XX Settembre 42 - 96010 Canicattini Bagni (SR) 

TEL. CENTRALINO 0931540111 - 3346655824 - FAX 0931540207

email   PIVA N°00094260890

  XHTML Valido -  CSS Valido - Accessibilità