Sei qui: Home

Successo al Teatro San Pio di Roma per la Compagnia teatrale canicattinese “Le Maschere” con la commedia brillante “Si vola”, ad accompagnare i suoi concittadini nell’esordio romano anche il Sindaco Marilena Miceli

Scritto da Gaetano Guzzardo    Lunedì 18 Marzo 2019 14:05

compagnia le-maschere al centro sindaco-MiceliIl buonumore canicattinese, arricchito dall’amore e la passione per il teatro dialettale, ieri ha fatto il suo esordio, con un grande successo, al Teatro San Pio di Roma con la Compagnia teatrale  “Le Maschere”, mettendo in scena “Si vola”, la commedia brillante di Salvatore Di Mauro, che ne è adattatore, regista e protagonista.

 

 

L’esilarante e brillante commedia, che in questi due anni dall’esordio al Teamus di Canicattini Bagni, sta riscuotendo premi e consensi in Sicilia e da ieri anche oltre lo stretto, nella Capitale, non ha mancato ancora una volta di divertire, ma soprattutto di coinvolgere gli spettatori con i suoi divertenti dialoghi, i ritmi vertiginosi e i continui colpi scena.

 

E il pubblico del San Pio di Roma, attento e curioso per questo esordio romano, ha saputo apprezzare tributando lunghi e scroscianti applausi alla Compagnia canicattinese, premiando così la spassosa commedia, i suoi vivaci dialoghi, le musiche originali dal vivo del Maestro Stefano Linares,  e la superlativa interpretazione di Salvatore Di Mauro, Federico Rubera, Loredana Lombardo, Mariangela Scirpo, Giusy Mara Ricupero e Maria Giannone.

 

Così come la regia di Salvatore Di Mauro, la scenografia di Paolo Petrolito e Nunzio Mozzicato, quest’ultimo Presidente della Compagnia “Le Maschere”, l’assistenza scenica di Viviana Melluzzo, le luci di Ivan Liistro e gli effetti fonici di Seby Cascone.

 

Testimone di questo straordinario successo il Sindaco di Canicattini Bagni, Marilena Miceli, che su invito della stessa Compagna della  sua città, ha accompagnato questo esordio romano.

 

«È certamente motivo di orgoglio vedere il numeroso pubblico di un teatro non certo vicino casa, che magari conosce la straordinaria storia e verve de Le Maschere, apprezzare e applaudire con vigore il lavoro artistico di un gruppo della tua città – ha detto il Sindaco Miceli a conclusione dello spettacolo di domenica al San Pio di Roma -. Sono particolarmente soddisfatta che la cultura e l’arte della nostra città, già conosciuta in tutta Italia per le sue tradizioni musicali e bandistiche, vengano apprezzate, soprattutto se si considera che, come in questo caso, non si tratta di una compagnia di professionisti ma di persone impegnate in attività e professioni varie, legate e unite dall’amore e dalla passione per le rappresentazioni teatrali. Queste iniziative che arrivano dal basso, direttamente dai cittadini – conclude il Sindaco -, che a Canicattini Bagni non sono una esclusività del teatro, ma si registrano nella musica, nei libri, nelle ricerche storiche, nella conservazione della memoria, nella valorizzazione delle risorse paesaggistiche e nell’associazionismo, ci coinvolgono come Amministrazione comunale e non ci stancheremo di sostenerle, in quanto rappresentano la vivacità e l’intraprendenza di una comunità che si proietta nel futuro».

 

La commedia è la storia bizzarra e divertente di due cugini Bernardo, interpretato da Federico Rubera, un architetto donnaiolo originario della Sicilia, trapiantatosi a Parigi, il quale ha ben tre fidanzate, tutte hostess di voli intercontinentali che, con l’aiuto di escamotage, evita di far incontrare: Janet (Mariangela Scirpo), Jacqueline (Giusy Mara Ricupero) e Judith (la gelese Maria Giannone).

 

E poi Roberto, impersonato da Salvatore Di Mauro, sbarcato da Canicattini Bagni per raggiungere il cugino Bernardo a Parigi si porta dietro  un “bagaglio dal peso consistente”: provincialismo, timidezza, goffaggine ma anche saggezza, senso dell’amicizia, curiosità e “voglia di vivere la vita al massimo”.

 

Complice fedele di Bennardo, la sua “spassosissima” cameriera e segretaria Berta (Loredana Lombardo), che insieme all’aiuto del cugino, riusciranno a tirare fuori da guai il povero Bernardo, quando alle tre fidanzate, ignare di tutto, cambieranno l’orario dei voli e si ritroveranno con lui a Parigi, “tutti insieme appassionatamente”. Una situazione davvero pericolosa ma oltremodo esilarante per “il focoso” architetto che ha saputo animare il pubblico, facendolo ridere di gusto.

 

Dopo Roma “Si vola” torna in Sicilia, il 30 Marzo a Siracusa e il 31 Marzo a Chiaramonte Gulfi nel ragusano.

 

 

 

 


 

Comune di Canicattini Bagni - Via XX Settembre 42 - 96010 Canicattini Bagni (SR) 

TEL. CENTRALINO 0931540111 - 3346655824 - FAX 0931540207

email   PIVA N°00094260890

  XHTML Valido -  CSS Valido - Accessibilità