Sei qui: Home

Sabato 3 ottobre 2020 riprendono gli appuntamenti culturali al Museo Civico Tempo di Canicattini Bagni, in scena “Rusariannu… Curtigghiannu” incontro con la Compagnia teatrale C.A.S.T.

Scritto da Gaetano Guzzardo    Giovedì 01 Ottobre 2020 12:50

rusiariannuRiprendono gli appuntamenti culturali al Museo Civico Tempo del Comune di Canicattini Bagni, dopo la lunga pausa del lockdown, e nel pieno rispetto delle misure di contenimento del Covid-19.

Sabato 3 ottobre 2020, alle ore 18:30, nei locali di via XX Settembre 132, protagonista, uno spaccato scenico di vita siciliana, “Rusariannu… Curtigghiannu”, incontro con la Compagnia teatrale C.A.S.T. Compagnia Amici Studio Teatro di Rosolini.

 

 

L’appuntamento sarà aperto dai saluti del Sindaco Marilena Miceli e dell’Assessore alla Cultura, Mariangela Scirpo, e sarà introdotto dal Presidente e dal Vice Presidente del Museo Civico Tempo, Paolino Uccello e Tanino Golino.

 

L’intervento della serata è affidato a Salvatore Cataudella, Presidente della Compagnia teatrale C.A.S.T, che nata nel 1984 a Rosolini interpreta e racconta spaccati di vita quotidiana del vissuto siciliano, con particolare attenzione agli usi e costumi, alle credenze popolari ed ai modi di fare e di essere siciliani, la cosiddetta sicilianità.

 

Due gli sketch in programma che raccontano principalmente gli usi e i costumi di una Sicilia del passato in rapporto alla questione femminile e alla figura della donna.

 

“U Rusariu”, che in chiave ironica riporta uno spaccato di vita di una Sicilia del primo dopoguerra, quando le donne “Pie”, si riunivanoper la recita del Santo Rosario. Il pezzo è stato scritto dalla maestra Giuseppina Scala e ampliato ed adattato oltre che sceneggiato da Salvatore Cataudella, che ne ha curato anche la regia. Giuseppina Scala ha raccolto e messo su carta il racconto di sua mamma, una simpatica e arzilla nonnina di 104 tutt’ora vivente, che le ha narrato come spesso si svolgeva questa pratica quotidiana, alcune volte frutto dell’abitudine, piuttosto che della devozione.

 

“Ppo russiettu”, di Giuseppina Scala, racconta in chiave comica il dramma delle lotte che le donne hanno dovuto sostenere per conquistare l’emancipazione ed il rispetto che spetta loro. La vicenda piuttosto reale, narra di una donna che per vedere riconosciuto il suo diritto a curarsi e piacere a se stessa oltre che al marito ma soprattutto alla cosiddetta “società”, deve scontrarsi con forza ed energia contro i cosiddetti benpensanti (a cominciare dal marito), che vogliono vietarle ciò che secondo loro rappresenta una seria violazione alla serietà, all’onestà e alla moralità di una donna per bene.

 

 


 

Comune di Canicattini Bagni - Via XX Settembre 42 - 96010 Canicattini Bagni (SR) 

TEL. CENTRALINO 0931540111 - 3346655824 - FAX 0931540207

email   PIVA N°00094260890

  XHTML Valido -  CSS Valido - Accessibilità