Sei qui: Home

Cala il sipario sul 38° Raduno Bandistico nazionale “M° Nino Cirinnà” di Canicattini Bagni, ottima la ripartenza e l’8 settembre la Banda da Papa Francesco

Scritto da Gaetano Guzzardo    Lunedì 30 Agosto 2021 13:15

raduno-4-foto P.Amato

È calato il sipario ieri sera sul palco di Piazza XX Settembre a Canicattini Bagni per il 38° Raduno Bandistico “M° Nino Cirinnà”,  l’edizione della “ripartenza” dopo la sosta dello scorso anno causata dall’emergenza Covid.

 

 

A chiudere domenica sera la manifestazione musicale per eccellenza della “Città del Liberty e della Musica” sono state le note e la voce di una delle interpreti più straordinarie del canto popolare di una terrà, la Sicilia, in continuo fermento, Rita Botto, legittima erede del patrimonio musicale e popolare di Rosa Balistreri, con “Canta e Cuntu”, accompagnata dalla Banda musicale di Avola diretta dal M° Sebastiano Bell’Arte.

 

A cui ha fatto seguito, come da tradizione, la magistrale esibizione del Corpo Bandistico Città di Canicattini Bagni diretto dal M° Sebastiano Liistro, che ancora una volta ha incantato e commosso il numeroso pubblico presente nel cuore del centro storico canicattinese.

 

Tre giorni, presentati dalla giornalista Laura Valvo e da Mimmo Contestabile, dedicati alla Musica bandistica, anima e cuore della comunità canicattinese che in questa edizione 2021 ha celebrato, anche in questo caso rinviando l’appuntamento fissato per il 2020, i 150 della sua storica Banda musicale nata il 24 aprile 1870, e diventata in tutti questi lunghi anni guida e laboratorio formativo per generazioni di giovani, non solo per quanto riguarda l’arte del far vivere i suoni come emozioni ed espressioni dell’anima, ma anche nella vita.

 

raduno-1-foto G.Guzzardo

Soddisfatti gli organizzatori, il Corpo Bandistico Città di Canicattini Bagni presieduto da Sebastiano Scaglione e diretto dal M° Sebastiano Liistro, il suo Consiglio di Amministrazione, e naturalmente l’Amministrazione comunale del Sindaco Marilena Miceli, così come il Presidente del Consiglio comunale Paolo Amenta a nome di tutta l’Assise cittadina, che sulla “ripartenza” delle manifestazioni estive con il cartellone del 18° Festival del Mediterraneo, e in generale delle attività della città, piegata, come d’altronde tutto il Paese, dal lungo lockdown pandemico, hanno scommesso.

 

Soddisfatto l’Assessore alle Attività Musicali, Turismo e Spettacolo, Sebastiano Gazzara, che questa edizione del Raduno ha vissuto da “musicante” e da amministratore, curandone, assieme all’Ufficio Cultura del Comune, al Presidente Scaglione, al Maestro Liistro, a Salvo Petruzzelli e a tutto il CdA della Banda, i minimi particolari, ad iniziare dalla presenza delle Bande, dalla Fanfara dei Bersaglieri dei Peloritani di Castroreale-Barcellona, all’Orchestra Regionale Fa.Ba.Si. diretta dai Maestri Alfio Zito e Salvatore Tralongo, alla Banda città di Pozzallo diretta dal M° Leandro Sortino.

 

Così come la realizzazione delle Masterclass di perfezionamento strumentale (Tromba, Trombone, Corno e Clarinetto) coordinate dal M° Gioacchino Giuliano con quasi cinquanta giovani studenti provenienti da tutta la Sicilia e con i migliori concertisti e Maestri dei vari Conservatori italiani della levatura del M° Andrea Lucchi, prima Tromba dell’Orchestra Santa Cecilia di Roma, del M° Francesco Tamiati, prima Tromba del Teatro alla Scala di Milano, e con loro musicisti e formatori di grande spessore come i Maestri Vincenzo Paratore, Rino Baglio, Paolo Miceli, Massimiliano Fiorella e Gianluca Furnari.

 

raduno-riconoscimenti-1-foto G.Guzzardo

Soddisfatto anche il Direttore del giornale della Banda di Canicattini Bagni “Una Marcia in più”, Paolo Amato, uscito con un numero speciale per salutare la “ripartenza” del Raduno e celebrare i 150 anni della Banda, che domenica sera sul palco della manifestazione bandistica ha annunciato la decisione del CdA dell’istituzione annuale di un riconoscimento all’Informazione, preziosa garante della Democrazia, attraverso i giornalisti che con la schiena dritta ne tengono alti i valori.

 

E il primo riconoscimento è andato a Laura Valvo, canicattinese d’origine e Capo Servizio delle pagine siracusane del quotidiano La Sicilia, in quanto “attenta alle dinamiche sociali, attraverso una costante presenza nel territorio, ha difeso con coerenza ed equilibrio i principi di correttezza e ricerca della verità, anche subendo l’aggressione di coloro che hanno tentato di ostacolarne il lavoro per obnubiliare il diritto dei lettori a un’informazione libera e trasparente”.

 

Riconoscimento anche per Mimmo Contestabile, per il suo lungo e accorto impegno nella conduzione e nella promozione di un appuntamento culturale come il Raduno Bandistico nazionale dedicato all’indimenticato M° Nino Cirinnà che ne fu il fondatore, come ricordato dalla figlia Mariuccia Cirinnà da quel palco che l’ha visto per anni protagonista nella direzione e nella formazione della Banda musicale di Canicattini Bagni.

 

«Abbiamo chiuso alla grande e con altrettanta soddisfazione questo 38° Raduno – ha dichiarato il Sindaco Marilena Miceli – e così sta avvenendo, complessivamente con il 18° Festival del Mediterraneo, per noi della “ripartenza”, realizzato grazie alla sinergia e alla collaborazione con le realtà associative, artistiche, culturali e imprenditoriali della città. Una sinergia che ha fatto sì che Canicattini Bagni ritornasse ad essere meta e punto di riferimento culturale in provincia di Siracusa e in Sicilia, accogliendo tanti visitatori, la cui presenza ci ha inorgoglito».

 

«Non era facile – ha aggiunto il Presidente Sebastiano Scaglione – ma l’obiettivo che ci eravamo posti con il CdA di non sospendere anche per quest’anno l’appuntamento con il Raduno, in quanto Canicattini Bagni non poteva permettersi di perdere una delle più longeve manifestazioni culturali dell’Isola, alla fine ha dato in positivo i suoi frutti. Certo, avevamo messo in programma una serie di iniziative che a causa del perdurare dell’emergenza Covid non abbiamo potuto realizzare, ma abbiamo costruito un format, due concerti per sera, e l’inserimento di contaminazioni musicali, com’è avvenuto con Rita Botto e la Banda di Avola, che il pubblico ha apprezzato. E poi abbiamo rilanciato le Masterclass di perfezionamento strumentalie con l’individuazione e positiva sperimentazione di una location, la Villa del Seminario, che ben si presta alle attività formative non solo in occasione del Raduno, ma anche in altri momenti dell’anno».

 

raduno-4-foto G.Guzzardo

E la chiusura del 38° Raduno Bandistico di Canicattini Bagni, che in questi tre giorni non ha mancato di tenere alta l’attenzione al momento difficile che da oltre un anno il Paese e il mondo interno stanno attraversando con la drammatica pandemia Covid, rilanciando gli inviti ad aderire alla campagna di vaccinazione e al rispetto delle norme di prevenzione, non poteva non essere affidata alle note di “Riconoscenza” la marcia del M° Pietro Pernice scritta proprio per la Banda di Canicattini Bagni.

 

Riconoscenza verso i tanti, nel proprio ruolo, che in questa lunga e triste emergenza sono stati e continuano ad essere in prima fila per assistere e salvaguardare gli altri, ricordando con dolore chi non ce l’ha fatta.

 

Concluso questo impegno il Corpo Bandistico Città di Canicattini Bagni, per onorare il suo 150° di vita, mercoledì 8 settembre 2021 sarà in udienza da Papa Francesco, accompagnato dall’Arcivescovo Francesco Lo Manto, dai vertici del CdA e istituzionali e da una rappresentanza parrocchiale della città.

 

In quel contesto verrà eseguita una trascrizione per Banda del “Lamento del Santissimo Cristo”, canto in dialetto siciliano cantato dai “Nuri” durante il Venerdì Santo e iscritto nel Registro delle Eredità Immateriali della Sicilia, il Libro delle pratiche espressive e dei repertori orali, e portato in dono un bassorilievo sul tema«A Janiattini ogni porta n'musicanti» realizzato dal Prof. Tanino Golino.

 

 

 


 

Comune di Canicattini Bagni - Via XX Settembre 42 - 96010 Canicattini Bagni (SR) 

TEL. CENTRALINO 0931540111 - 3346655824 - FAX 0931540207

email   PIVA N°00094260890

  XHTML Valido -  CSS Valido - Accessibilità