Sei qui: Home

Presentato sabato 8 Settembre al Museo Tempo di Canicattini Bagni, su iniziativa della locale Pro Loco, il libro del giornalista siracusano Francesco Nania, “Isola, avanti tutta”

Scritto da Gaetano Guzzardo    Lunedì 10 Settembre 2018 12:16

da-sx-uccello-miceli-cappiello-nania-dorioPassione per il mare, come recita il motto della Marina Militare, “Una volta marinaio, marinaio per sempre!”, e naturalmente per la scrittura.  

Con questo spirito, Sabato 8 Settembre al Museo Civico Tempo di via XX Settembre a Canicattini Bagni, organizzato dal Commissario straordinario della locale Pro Loco, il Cav. Avv. Paolo D’Orio, è stato presentatoIsola, avanti tutta(A&A Edizioni), il libro del giornalista siracusano Francesco Nania, direttore di Tele Uno Tris e cronista del quotidiano La Sicilia.

Il giornalista siracusano racconta, da testimone, la vita di bordo ed i lunghi giorni di navigazione, all’inizio degli anni ’80, su un’unità della Marina Militare italiana, nave Visintini. Un’esperienza da militare di leva durata 18 mesi, che si intreccia con le storie degli altri commilitoni ed episodi di cronaca che hanno messo in allarme il Paese, come il sequestro della nave Achille Lauro e l’attacco missilistico della Libia all’isola di Lampedusa.

 

Accanto a Nania e a D’Orio anche Francesco Cappiello, già Sottotenente di Vascello, ed attuale Vice Presidente dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia, sezione di Siracusa.

 

Ad aprire l’appuntamento sono stati i saluti del Sindaco Marilena Miceli e del Presidente del Museo Tempo, l’etnoantropologo e guida naturalistica, Paolino Uccello.

 

Il Sindaco Miceli, nel suo intervento, non ha mancato di rinnovare il compiacimento dell’Amministrazione comunale nell’ospitare a Canicattini Bagni appuntamenti culturali come quello promosso dalla Pro Loco e dal suo Commissario straordinario.

 

«Appuntamenti che abbiamo il piacere di ospitare, in particolare in questa struttura, il Museo Tempo, coordinatore del Sistema Rete Museale Iblea – ha detto il Sindaco Miceli – e nato, grazie ai fondi europei, al lavoro e alla lungimiranza del mio predecessore Paolo Amenta, che nel corso della sua decennale attività amministrativa ha valorizzato la ricerca e la conservazione, tracciato le linee per lo sviluppo sostenibile della città, nell’ambito del territorio ibleo, puntando proprio sul patrimonio culturale, storico e paesaggistico che questa può vantare, dal Liberty alla Musica, alle risorse umane».

 

Delle numerose attività di ricerca, conservazione e promozione realizzate dal Museo Tempo (Museo dei Sensi, del Tessuto, dell’Emigrazione e della Medicina Popolare), tra queste la recente manifestazione di valorizzazione del Liberty, inserita all’interno del circuito promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali in occasione dell’Anno Europeo del Patrimonio culturale, ha invece parlato il suo Presidente, Paolino Uccello.

 

cappiello-nania-dorioA presentare Francesco Nania e il suo lavoro letterario è stato il Commissario straordinario della Pro Loco, il Cav. Avv. Paolo D’Orio, non prima di aver ricordato il lavoro che sta svolgendo, con il sostegno del Sindaco e dell’Amministrazione comunale, nel ridare vita, dopo una fase di fermo, alla Pro Loco, proprio nell’ottica di valorizzazione e promozione turistica delle risorse della città di Canicattini Bagni.

 

«Primo adempimento - ha ricordato D’Orio - è stato quello di adeguare lo Statuto dell’Associazione alle nuove direttive regionali e nazionali, riprendere i contatti che la struttura regionale. Adesso passeremo alla fase assembleare ed organizzativa. Nel contempo, nell’ambito delle manifestazioni di questa estate, abbiamo dato vita alla 3° Festa della Fondazione di Canicattini Bagni, per ricordare la nostra storia e le nostre radici, ed oggi presentiamo il libro del giornalista Nania. Un libro legato alla passione per il mare, nel quale l’autore, che riesce a mantenersi terzo, naviga attraversando anche alcuni fatti di storia, come  le vicende degli anni ’80 del sequestro della nave Achille Lauro e l’attacco missilistico della Libia all’isola di Lampedusa».

 

Prima di passare la parola all’autore, il Vice Presidente dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia, della sezione siracusana, Francesco Cappiello, ha portato i saluti del Presidente Cav. Pasquale Aliffi, impossibilitato ad essere presente, e ricordato la storia dell’Associazione, nata a Siracusa nel 1975 per volontà di alcuni “marinai”, della Marina Militare, della Marina Mercantile ed ex studenti dell’Istituto Nautico. Cappiello, tra l’altro, ha anche raccontato alcuni momenti della sua esperienza di ufficiale di complemento a bordo di alcune unità della Marina, e di vita insieme a tanti suoi coetanei.

 

Un libro, quello di Nania che nasce, come lo stesso ha ricordato, dopo un testo rievocativo, “Una tragedia siciliana”,  che riporta alla luce una tragedia dimenticata, lo scontro, tra le stazioni di Curinga ed Eccellente, sulla ferrovia tirrenica meridionale, nei pressi di Lamezia Terme, la sera del 21 Novembre 1980, del  treno Espresso 587 Roma Termini-Siracusa, in piena velocità e con i segnali disposti a via libera, contro 28 carri merci rimasti fermi in linea sul binario, e persi  da un tremi merci diretto al Sud. In quello scontro morirono 29 persone, 25 erano siciliani, tra questi il papà di Nania, mentre oltre un centinaio furono i feriti.

 

Una tragedia dimenticata, soppiantata da un’altra tragedia, il terremoto in Irpinia.

 

«La mia scrittura – ha sottolineato Nania – è certamente condizionata dal mio mestiere di giornalista, raccontando ogni giorno fatti reali. Anche in questo libro, così come nell’inchiesta sulla tragedia dimenticata di Lamezia Terme, a me tanto cara per la presenza tra le vittime di mio padre, ho cercato di mantenere questa struttura di raccontatore terzo, seppur testimone della vita reale su nave Visintini con tanti miei commilitoni. È un libro di ricordi che tra aspetti piacevoli ha incontrato anche momenti meno piacevoli come gli allarmi per la vicenda dell’Achille Lauro e il tentativo di attacco libico a Lampedusa, che ci vide impegnati in navigazione».

 

Storie di passione per il mare, spirito di corpo, e vita in comune ad altri ragazzi impegnati nel servizio di leva. Il volume è corredato da diversi disegni realizzati dallo stesso Francesco Nania, com’è noto, anche per altre sue pubblicazione, esperto vignettista.

 

 

 


 

Comune di Canicattini Bagni - Via XX Settembre 42 - 96010 Canicattini Bagni (SR) 

TEL. CENTRALINO 0931540111 - 3346655824 - FAX 0931540207

email   PIVA N°00094260890

  XHTML Valido -  CSS Valido - Accessibilità