Sei qui: Home

"CU SPATTE AVI A MEGGHIU PATTE", L'INIZIATIVA DELLA CONSULTA GIOVANILE PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA

Scritto da Gaetano Guzzardo    Venerdì 28 Dicembre 2012 09:07

manifesto cu spatteCu spatte avi a megghiu patte”. Lo slogan è certamente singolare, scritto così alla canicattinese, con le “e” finali, vuol dire in pratica che: chi ha il compito di fare le divisioni riserva per se la parte migliore.

I giovani della Consulta Giovanile di Canicattini Bagni, nella loro creatività e fantasia,  questo slogan lo hanno utilizzato per la loro prima iniziativa pubblica, promossa in collaborazione con il Comune e la Pro Loco, dopo la nomina del mese scorso da parte del sindaco Paolo Amenta, a seguito delle elezioni interne, del nuovo presidente, il 28enne studente di Veterinaria, Paolo Bellomia, e della sua vice Asia Ficara, 23 anni, studentessa di Giurisprudenza, che con gli altri Ettore Barbante, Salvatore Petruzzelli e Denise Uccello, compongono il nuovo Ufficio di Presidenza.

E se in un primo tempo lo slogan può sembrare alquanto “egoistico”, per i ragazzi della Consulta Giovanile, l’azione di “dividere”, abbinandola ad un “guadagno”, invece, assume “un interesse collettivo”, visto che l’iniziativa che hanno scelto per la loro prima uscita pubblica, riguarda la “raccolta differenziata”, che vede Canicattini Bagni tra i “ricicloni” con oltre 23%,raggiunto in questi ultimi anni grazie alle politiche dell’Amministrazione Comunale e l’impegno dei cittadini.

 

Ma bisogna fare di più, così come prevede il D.L. Ronchi, il 22 del 5 febbraio 1997 che ha introdotto nell’ordinamento italiano la normativa europea sui rifiuti (direttiva quadro 91/156/CEE).

 

E allora, dividere i rifiuti che produciamo giornalmente, e il saperlo fare bene, ha infatti come risultato finale un vero e proprio “guadagno” per l’intera comunità che se ne giova con un  risparmio nei costi complessivi di conferimento in discarica (e l’ottenimento  del contributo CONAI, il Consorzio Nazionale Imballaggio, che si occupa di riciclo e recupero), e quindi in quelli dei singoli cittadini che pagano la tassa di riferimento, la TARSU, che il prossimo anno si chiamerà TARES e coprirà anche altri servizi comunali, come stabilito dal Governo nazionale.

Ma la raccolta differenziata dei rifiuti non produce solo un risparmio finanziario, bensì anche un risultato ambientale di grande valore, perché salvaguardia il territorio, aiuta a non deturparlo, a non realizzare nuove discariche, e a garantire una vita più lunga e più sana al pianeta.

 

Questa la campagna e la prima iniziativa che la Consulta Giovanile ha voluto avviare a Canicattini Bagni, con la distribuzione di un Questionario, tra i ragazzi delle Scuole, le Associazioni, i Centri di aggregazione, i cittadini, per capire il grado di conoscenza del tema e avvicinare sempre più alla cultura delle “4R”:

  • Riduco - minore produzione di rifiuti all'origine;
  • Riuso - il prodotto va utilizzato più volte così da diminuirne il bisogno di nuovo;
  • Riciclo - il materiale che non serve più viene trasformato per essere utile ad un altro;
  • Recupero - valorizzazione del rifiuto per ricavare materia seconda o energia.

 

La campagna, iniziata prima delle festività natalizie, chiuderà questa sua prima parte il 3 Gennaio prossimo con un “Incontro Informativo” che si terrà alle ore 18,30 nell’Aula Consiliare del Comune in via Principessa Jolanda 51.

 

Per l’occasione, tra tutte le schede compilate correttamente ne verranno sorteggiate due a cui andranno in regalo altrettante biciclette da passeggio.

 

Come si vede, tutto riprende a vivere con la raccolta differenziata che diventa una “risorsa”, anche se l’obiettivo resta quello di una minore e più intelligente produzione dei rifiuti.

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 28 Dicembre 2012 09:34 )
 

 


 

Comune di Canicattini Bagni - Via XX Settembre 42 - 96010 Canicattini Bagni (SR) 

TEL. CENTRALINO 0931540111 - 3346655824 - FAX 0931540207

email   PIVA N°00094260890

  XHTML Valido -  CSS Valido - Accessibilità